«I camper esplosi come bombe»

Un testimone sulla spiaggia: «Mi sono gettato in acqua e da lì ho visto tutto»

da Peschici

«Dalle nove di mattina vediamo solo fiamme, abbiamo fatto chilometri e chilometri in mare per salvarci». Questa la drammatica testimonianza di un turista che alloggiava, con la sua famiglia, al camping di Baia San Nicola, a qualche chilometro da Peschici. Pochi secondi per prendere coscienza della situazione: il fuoco che divampa e le roulotte del campeggio che saltano per aria, una dopo l’altra. «Ho visto il mio camper esplodere, e poi uno alla volta gli altri parcheggiati vicini, come bombe - racconta ancora sotto choc -, poi siamo scappati verso la spiaggia, ci siamo buttati in acqua». Attimi di terrore, le fiamme che divorano tutto e avanzano senza sosta sotto il sole cocente. E nessun soccorso: «Ho chiamato tutti i numeri di pronto intervento, ma ad aiutarci è stata la gente del posto». Lo scenario descritto è di quelli infernali: «Non possiamo muoverci dal mare, qui intorno è solo fuoco. Adesso - spiega - sono in attesa di notizie su mia moglie e i miei ragazzi, ci hanno separati e non so dove sono».
«Tornare indietro? E come? Dove, soprattutto? Il mio campeggio è stato invaso dall’incendio: non c’è più nulla».