I canti popolari secondo Lucilla Galeazzi

«Canti tra cielo e terra» è l’evento conclusivo del festival «I Concerti nel Parco». Il prezioso repertorio dei canti popolari italiani, testimonianza emozionante del vissuto quotidiano di intere generazioni, fu studiato e trascritto nel secondo dopoguerra dal grande etnomusicologo Roberto Leydi, punto di riferimento di molti nomi importanti, fra i quali Luciano Berio, Dario Fo, Umberto Eco, Moni Ovadia.
Questo materiale è ancora così carico d’attrattiva che più di mezzo secolo dopo, il compositore romano Fabrizio De Rossi Re lo riprende in mano e realizza un percorso compositivo originale che tende a reinventarlo in chiave contemporanea, rivestendo quelle parole ancora così cariche di significato e quelle melodie così dirette e affascinanti, di sonorità più vicine al nostro sentire. Si realizza così un intreccio sonoro e narrativo felicemente sospeso tra passato e futuro, tra invenzione e memoria che vedrà questa sera alla 21.30 Lucilla Galeazzi salire sul palco di Villa Pamphilj scortata proprio dal gruppo di De Rossi Re. Lucilla Galeazzi e Fabrizio De Rossi Re nel corso della serata proporranno oltre alla visionaria interpretazione del repertorio popolare, anche un originale, imprevedibile affaccio nella canzone italiana, interpretando in maniera personale brani di Luigi Tenco, Umberto Bindi, Gino Paoli.