I capi preparano altre «azioni»

Riunione segreta di numerosi capi ultrà italiani ieri sera in zona San Siro. L’incontro è stato tenuto sotto una discreta ma attenta sorveglianza da parte della squadra tifoserie della Digos e del nucleo informativo dei carabinieri. Dopo la terribile giornata di domenica, incidenti a Milano e Bergamo, scontri furibondi a Roma, i capi delle frange estreme del tifo dovevano riesaminare le loro strategie. Soprattutto per decidere cosa fare oggi a mezzogiorno durante i funerali di Gabriele Sandri, il tifoso laziale ucciso ad Arezzo. Ma anche come comportarsi alla ripresa del campionato e come reagire all’ondata di arresti eseguiti in queste ore in tutta Italia.