I capolavori dell’horror d’annata: due sere da brivido a piazza Vittorio

Alessandra Miccinesi

Cinema & brividi, un classico delle notti d’estate. Sono dedicate al cinema di genere - horror, fantastico, e thriller - film rigorosamente d’autore finalmente da gustare su maxischermo, le due rassegne brevi ospitate all’Isola del Cinema e all’arena dell’Esquilino fino a domani 5 agosto. Le luci di «Notti d’estate a piazza Vittorio» si spegneranno stasera grazie alle lussuose anteprime (due proiezioni a sera) concesse dal Fantafestival, storica kermesse dedicata alla fantascienza giunta alla 26ma edizione. In attesa dell’appuntamento concordato con i fan del cinema fantasy, fissato a Sabaudia dal 13 al 16 settembre, meeting a corollario del quale sarà assegnato il Méliès d’argento per la promozione dei film europei da brivido, gli organizzatori del festival hanno accettato di dare un’ulteriore spinta al cinema di genere partecipando alla rassegna organizzata dall’Anec Lazio in collaborazione con il Comune di Roma. Il via alle proiezioni, stasera, con Una lucertola con la pelle di donna pellicola interpretata da Florinda Bolkan e diretta dal maestro dell’horror italiano Lucio Fulci, con musiche di Ennio Morricone ed effetti speciali di Carlo Rambaldi; seguirà il capolavoro di Fred M. Wilcox Il pianeta proibito, incubo psicanalitico risolto in chiave fantasy e ispirato a La Tempesta di Shakespeare.
Domani toccherà allo psichedelico L’uomo che cadde sulla terra di Nicolas Roeg con la rockstar David Bowie versione extraterrestre votato alla dannazione terrena, e al cult movie Destinazione luna. Sabato, invece, largo ai classici con sottotesto politico da guerra fredda e/o sindrome maccartista: Blob fluido mortale di Irvin S. Yeaworth jr con un giovane Steve McQueen impegnato nella lotta contro la micidiale gelatina rossa aliena e L’invasione degli ultracorpi del caposcuola Don Siegel, il quale solo con i suoi artigianali «baccelloni», e la giusta dose di paranoia, riuscì (e riesce ancora oggi) a creare una forte suspense.
All’indiscusso genio del thriller dell’inconscio, Alfred Hitchcock, premio Oscar nel ’40 per la fotografia del capolavoro Rebecca, la prima moglie è invece dedicata la rassegna ospitata all’Isola del Cinema. Da stasera e fino a sabato (ore 22.15, sala Cinelab) saranno proiettati i classici del maestro del brivido: Vertigo ovvero La donna che visse due volte con James Stewart e Kim Novak, Gli uccelli e Marnie entrambi interpretati da Tippi Hedren, mamma della star Melanie Griffith.
(www.agisanec.lazio.it - www.isoladelcinema.com)