I carabinieri scoprono bancomat manomesso

Sequestrata dai carabinieri di Nettuno un’apparecchiatura per clonare i numeri di codice dei bancomat digitati dai clienti della filiale della Bnl di piazzale Berlinguer. È la prima volta che una simile attrezzatura viene trovata in un bancomat della città, ma secondo i carabinieri chi ha usato quel bancomat nelle ultime ore dovrebbe stare tranquillo perché non si trattava di un sistema sofisticato e i numeri non dovrebbero essere stati trasmessi a nessuno. «Il congegno - spiegano i carabinieri - non aveva l’antenna che serve a trasmettere in tempo reale ad un ricevitore i numeri delle carte bancomat. Era sul tipo di una macchina fotografica digitale, che fotografava i codici da un buco fatto sotto la falsa mascherina applicata al bancomat, e che qualcuno sarebbe passato a ritirare in nottata».