I carabinieri scrutano il passato del «collega» maresciallo omicida

I carabinieri del Nucleo di polizia giudiziaria della procura di Genova, di cui faceva parte il maresciallo Fabrizio Bruzzone, 40 anni, autore dell’omicidio della moglie, Mara Basso, di 38 anni, hanno avviato un’indagine interna per ricostruire nei minimi dettagli la condotta professionale del commilitone attualmente agli arresti per omicidio volontario. I militari del reparto dell’Arma, trenta uomini in tutto, saranno inoltre sentiti come persone informate dei fatti dai militari del Nucleo investigativo del comando provinciale che stanno conducendo l’indagine sul delitto coordinati dal pubblico ministero Piercarlo Di Gennaro.
«Noi sentiremo tutte le persone che hanno avuto contatti con il maresciallo Bruzzone - ha spiegato il tenente colonnello Vito Di Gioia, comandante del Nucleo investigativo di Genova - Condurremo questa inchiesta come tutte le altre, nulla sarà trascurato o lasciato al caso». Ieri sera, alla presenza dell’avvocato difensore Paolo Costa, Bruzzone è stato interrogato dal pm. L’omicida è stato trasferito al penitenziario di Pontedecimo dal reparto penitenziario dell’ospedale San Martino, dove era stato ricoverato per le ferite riportate nella caduta dalla moto durante la fuga. Si è appreso infine al comando provinciale dell’Arma che il maresciallo Bruzzone è stato sospeso dal servizio, in attesa di un pronunciamento del tribunale sul reato di cui è accusato.
Desta scalpore, intanto, anche per le evidenti analogie degli episodi, il caso di quel genovese di 37 anni che da oltre un anno perseguitava l’ex moglie, 33 anni, per convincerla a tornare a vivere con lui, nonostante l’espresso divieto del giudice. Per questo l’uomo è stato arrestato dalla polizia. L’ex marito si era presentato sotto la casa della donna, ignorando le disposizione della magistratura che lo aveva diffidato di avvicinare l’ex moglie dopo le attenzioni morbose e le intimidazioni che andavano avanti dal 2009. La donna è riuscita a divincolarsi dalla presa dell’ex marito, che cercava un contatto con lei, e ha avvertito la polizia.