I cento anni «d’oro» del bar Magenta

Per premiare la sua lunga storia, per sottolineare la sua rilevanza per la vita sociale e del tempo libero milanese, ieri mattina, al Teatro dal Verme, il sindaco di Milano Letizia Moratti ha consegnato un «Ambrogino d’oro» anche al Bar Magenta. Dice il suo attuale proprietario Paolo Marchesi: «Il Magenta è un’icona del tempo libero milanese, è uno tra i primi locali che ha avuto la licenza come bar, ed è certamente un luogo simbolo per la città di Milano». In effetti il Magenta è stato, ed è tuttora, rifugio di tutte le baby-sitter inglesi (ragazze alla pari) in soggiorno a Milano, come anche dei vicini studenti della Cattolica, uomini e donne di ogni età, ospiti per un panino, una birra o un aperitivo: «Sarà anche una conseguenza del fatto che ci troviamo esattamente all’incrocio fra via Carducci e corso Magenta - continua Marchesi - ma questo bar è sempre stato un luogo d’incontro, di socializzazione tra diverse persone».
Insomma, 500.000 persone l’anno di passaggio, 15.000 litri di birra versati, 180.000 caffè, 130.000 panini e altro ancora, meritano altro che un Ambrogino. Infatti si unisce a tale riconoscimento anche il festeggiamento per i cento anni di attività, che già è in corso da qualche settimana e che prevede ancora un ricco calendario di appuntamenti fino a marzo. Si tratta di una vera e propria rassegna dal titolo «The centenari music festival, 1907-2007»: una serie di eventi, musicali e non, per celebrare il secolo di vita. Appuntamento interessante già giovedì 13 dicembre per il concerto rock-milanese dei «The Rattles» al Bar Magenta, ore 21. Le date di musica saranno ancora numerose, la prossima già questa domenica, con il rock-acoustic dei Lithium Flowers, Fabio Roveroni e Sarah De Magistris, per un totale di 14 concerti fino a marzo, di musicisti italiani e non.
E si prevede anche altro: tutti i lunedì, infatti, alle 18.30 a partire dal 14 gennaio, la società Immaginazioni fondata da Andrea Kerbaker per la valorizzazione del patrimonio culturale, ha organizzato diversi incontri sul tema del bere. Prima sarà la professoressa Eva Cantarella con «Bacco, Tabacco e Venere. Il bere nell’antichità». Non mancheranno le serate «Birra@Magenta», di degustazione sul tema della birra e la cucina, tutto per un Festival che «vuole valorizzare questo locale in una prospettiva culturale di mantenimento delle tradizioni storiche della città», conclude Manfredi Palmeri, presidente del Consiglio Comunale di Milano.