I cento krapfen del Sud Tirolo goloso

È impossibile in Sud Tirolo non farsi stregare da un krapfen caldo. Ma sbaglia di grosso chi crede che questa delizia si esaurisca in un bombolone ripieno di marmellata o crema. Questo è quello che credono i turisti di lingua italiana che non possono immaginarsi la varietà di ricette della provincia di Bolzano, soprattutto oggi che la globalizzazione ha sfumato le tradizioni (e la povertà di cui si nutrivano). Merita quindi elogi 100 Krapfen del Sud Tirolo, curato presso Raetia di Bolzano dall’Unione donne coltivatrici sudtirolesi. Lo si cucina con gioia, ma prima leggere le note, ad esempio quelle di Maria Kuenzer che ricorda come «con l’andare del tempo la fantasia si è scatenata, tant’è che una contadina della val d’Isarco ha così commentato: “Al di là di ogni ruscello si frigge un krapfen diverso”». E pensare che una volta i giorni del krapfen era solo tre: Natale, Carnevale e la sagra del paese.