I cento libri di Bibliotheca Culinaria

Mila Busnè

Due giorni fa, al Vinitaly a Verona, la Bibliotheca Culinaria, casa editrice di Lodi, www.bibliothecaculinaria.it, ha presentato la sua ultima pubblicazione: L’uva nel piatto di Bruno Barbieri, chef del ristorante Arquade a Pedemonte in Valpolicella, con introduzione di Stefano Scansani e foto di Janez Puksic. Grazie al fatto di lavorare in una zona a forte vocazione vitivinicola, Barbieri ha portato nella sua cucina l’uva, non chicchi generici, bensì vitigni autoctoni finiti nell’oblio a livello di grandi produzioni: Bigolona, Cabrosina, Dindarella, Oseleta, Pipion, Rossanella, Rossignola e via così. Con questa uscita, questo editore si conferma il più attento in Italia al tema cucina scritta. Tutto ebbe inizio quindici anni fa quando Gianpiero Zazzera, che oggi ha una perfetta alleata nella moglie Liz, decise di confezionare un catalogo di libri dedicati a cibo e vino in vendita per corrispondenza, testi antichi e testi moderni. Appena un anno, e nel 1992 siamo all’esordio come casa editrice con la ristampa di testi storici e i primi di impronta tecnica. Spiccano i soli libri in italiano dedicati alla tecnica di conservazione a freddo e sottovuoto. Nel 1996 la serie dei Sapori da riscoprire, maiale, lumache, zucca... Poi sarà la volta dei Grandi Chef, strenne dedicate a Ezio Santin, Alfonso Iaccarino, Heinz Beck, Nino Graziano, Massimiliano Alajmo e Moreno Cedroni. La collana più vicina a noi, gli Autoritratti in cucina, è iniziata l’anno scorso ma è già vicina alla dozzina di uscite, compreso Barbieri adesso. Abbiamo Massimo Bottura alle prese con l’aceto balsamico tradizione, Paola Budel con il maiale, Carmelo Chiaramonte con il tonno, Paolo Lopriore con una giornata tra i forni e i fornelli della sua cucina a Siena, Heinz Beck con finger food e pasta, Ernst Knam con i panini e con la pasticceria salata, Mauro Uliassi e il sidecar... In autunno i titoli pubblicati toccheranno quota cento, comprese le versioni in lingua. I best seller sono le storie di Iaccarino e di Beck, la magistrale Arte & Scienza del Servizio ancora di Beck e Giraudo, il ricettario della zucca, i Sushi & Susci di Cedroni, e Dessert al piatto. Tra i testi di stelle straniere, quelli che sono andati di più sono firmati da Paco Torreblanca, Charlie Trotter e Nobu. Questo editore in pratica dà voce a chi lavora in Italia e porta in Italia il meglio del mondo.