«Ma i cinghiali fanno molto peggio dei caprioli»

«Ma vai a zappare la terra!»: be', io una mattina della scorsa primavera l'ho fatto. Ho messo in pratica il più banale degli improperi. E, va da sé, come aiuto-agricoltore faccio talmente pietà che quel paio d'ore passate a seminar patate si sono fatte sentire per tutto il giorno sulla mia schiena viziata dalla scrivania. Insomma, una cosa buttata lì, una tantum, giusto perché la semina dei tuberi viene più veloce e comoda in due. Dopodiché, come d'accordo, il campo di patate è tornato esclusiva competenza di mio padre, che come contadino non professionista funziona ben più egregiamente. (...)