«I circoli ci aiuteranno a battere l’Unione»

Si parte da un fatto: «Il 2 dicembre, alla grande a manifestazione organizzata dalla Cdl a Roma, in piazza manifestare contro il governo c’erano sicuramente più cittadini “comuni” che iscritti ai partiti del centrodestra». Un «patrimonio», racconta Enrico Nan, parlamentare ligure di Forza Italia, che va tenuto stretto e fatto crescere. «Per questo Silvio Berlusconi ha lanciato l’idea dei circoli, che anche nella nostra regione stanno avendo un buon seguito». Tanto che qualcuno, tra gli azzurri, ha messo in guardia dai rischi di questa crescita. «Ma una cosa va detta - racconta ancora Nan-. I circoli non sono e non potranno mai essere contro Forza Italia. A volerli è stato Berlusconi, il fondatore del partito. Lavorano al nostro stesso obiettivo: battere la sinistra alle prossime elezioni».
Il dibattito sul ruolo e il peso dei circoli - come quelli promossi dall’imprenditrice Michela Brambilla - è stato acceso qualche settimana fa dal coordinatore regionale degli azzurri, Michele Scandroglio. «Non devono diventare doppioni dei partiti» è in sostanza il messaggio lanciato da Scandroglio, insistendo sul fatto che, nel disegno di Berlusconi, i circoli dovevano attrarre i consensi dei cittadini vicini al centrodestra ma che non si erano iscritti a nessun partito. A volte, anche nella nostra regione, protagonisti dei circoli sono dei politici, fatto che rischia - è l’obiezione - di allontanare questi movimenti dal disegno del Cavaliere.
«Sono d’accordo con Scandroglio quando dice che bisogna evitare personalismi - è il parere di Nan-. L’obiettivo dei movimenti è coinvolgere categorie professionali - penso a commercianti, liberi professioni, albergatori - che attraverso i circoli possono lavorare alla costruzione del futuro partito unico del centrodestra, quello che Berlusconi chiama il Partito delle Libertà. Finora i circoli hanno avuto una funzione principalmente culturale, ma potrebbero rientrare in futuro in un progetto più politico, che in qualche modo inciderà anche sul nostro partito» aggiunge il parlamentare ligure di Forza Italia.
E insiste su un punto: «Partiti della Casa delle libertà e movimenti vicini al centrodestra lavorano allo stesso obiettivo. Berlusconi lo ha ribadito più volte, l’ultima occasione è stata l’incontro con i gruppi parlamentari di Forza Italia, Alleanza nazionale e Lega Nord di pochi giorni fa».
Nel progetto di «chiarimento dei ruoli» rientra anche la visita che Michela Brambilla farà nei prossimi giorni a Genova: «Verrà a spiegare il ruolo e la funzione dei suoi Circoli della Libertà - conclude Nan-. Ricordando che il loro compito è di aiutarci a battere la sinistra».