I cittadini contrari ai box auto privati in via Renzi

«Lo scorso 4 dicembre sono cominciati i lavori per la realizzazione di box privati in via Paolo Renzi a Spinaceto, un intervento che rientra nell’ambito del Programma urbano parcheggi del Comune di Roma. La concessione è stata rilasciata dal Comune malgrado il parere contrario che il municipio XII aveva espresso nel gennaio 2003. Questa situazione ha determinato la protesta dei cittadini che esasperati sono scesi immediatamente in piazza. Questa mattina (ieri) i residenti hanno nuovamente manifestato per richiamare l’attenzione delle Istituzioni e per sollecitare interventi urgenti e risolutivi».
A dichiararlo, in una nota, Marco Cicciotti consigliere di An, per il quale «è di una gravità inaudita che il Comune di Roma, con un colpo di mano e fregandosene della contrarietà espressa dal Municipio, conceda a un privato di realizzare box interrati da vendere sul libero mercato e di cui non vi è alcuna esigenza e di cui i cittadini non hanno assolutamente bisogno. Avevamo nel 2003 espresso in modo unanime e quindi con il consenso di tutte le forze politiche, tutta la nostra contrarietà a questo intervento».
«In via Paolo Renzi infatti - continua - vi è una scuola elementare, vi sono persone con grave disabilità, situazioni di carattere sociale che non possono non essere considerate attentamente e che ci spinsero allora a dire no a questi parcheggi privati. A questo va aggiunto che non vi è alcuna utilità pubblica, i cittadini residenti dispongono già nei loro fabbricati di box privati e questo intervento, se realizzato, ridurrà i parcheggi pubblici esistenti in superficie oltre a creare, nell'immediato, situazioni critiche sulla viabilità vista la presenza di una scuola pubblica e sulla sicurezza per l’accesso dei mezzi di soccorso». «Rivendichiamo - conclude Cicciotti - tutta la contrarietà espressa a suo tempo e siamo accanto ai cittadini in questa battaglia. Questa mattina infatti abbiamo presentato un’interrogazione urgente al presidente del Municipio per chiedere un intervento immediato nei confronti del sindaco con l’obiettivo di sollecitare la revoca della concessione».
«Non ha senso - aggiunge il consigliere comunale Luca Gramazio - realizzare dei parcheggi privati in quartieri periferici della città dove non vi è questo tipo di esigenza. I cittadini hanno ragione e l’amministrazione comunale non può non considerare la volontà a suo tempo espressa dal municipio e fondata su reali e oggettive motivazioni che, da quello che sta succedendo, non sono state tenute minimamente in considerazione dal sindaco Veltroni. La politica adottata dal sindaco e dalla sua maggioranza sul Piano urbano parcheggi è sbagliata ed è un fallimento evidente in tutti i quartieri della città dove sono stati realizzati e dove sono in corso parcheggi di questo tipo e natura. In questo modo non si realizzano parcheggi destinati alle esigenze dei cittadini ma soltanto interventi che sono a esclusivo vantaggio del privato costruttore».