I cittadini pretendono di pagare le tasse. Deve arrivare la polizia

Diego Pistacchi

Polizia e carabinieri all’ufficio della riscossione tributi. I cittadini vogliono pagare tasse, multe, arretrati, spingono e litigano per lasciare l’obolo al Comune. Gli impiegati li lasciano fuori. In coda e al gelo. Sotto la neve. Una Genova all’incontrario dietro le vetrate serigrafate della Gest Line, che è però anche la Genova di tutti i giorni. Perché quanto accaduto ieri mattina sta diventando la norma e già oggi potrebbe andare in scena l’ennesima replica. Sempre ai «giardini di plastica», dove entro fine anno molti genovesi devono saldare il loro debito con le casse pubbliche. O magari semplicemente chiedere spiegazioni, dimostrare che la cartella esattoriale ricevuta è solo frutto della memoria impazzita del computer, che ha spedito migliaia di avvisi sbagliati. Ma non c’è uno sportello dedicato alle informazioni, (...)