I classici d’amore illuminano le serate sui forti genovesi

Da Tristano e Isotta a Romeo e Giulietta, senza dimenticare un po’ di cabaret tanti spettacoli raccontati da compagnie amatoriali

Erika Falone

Metti una calda sera d'estate sulle alture di Genova.
Aria fresca e pulita, i rumori della città lontani.
Aggiungi spettacoli itineranti fra le antiche mura di un forte.
Fuochi, folletti, magie, demoni e amore.
Può venirne fuori solo «Luci sui forti», la manifestazione estiva che porta il teatro a Forte Sperone.
Un programma denso di appuntamenti per questa sedicesima edizione. Un cartellone che propone spettacoli dal 12 al 25 luglio, tutte le sere alle ore 21.
Compagnie amatoriali si alterneranno sul palco del Forte, accompagnando gli spettatori lungo le postazioni dei loro spettacoli itineranti. «Attenzione però - spiega Giovanna Vitagliano, presidente e organizzatrice di Luci sui forti -: il fatto che siano compagnie amatoriali non deve trarre in inganno. Mantenere sempre alto il livello dei nostri spettacoli è uno dei nostri obiettivi primari».
A dare il «la» alla manifestazione, la sera del 12 luglio, sarà «Amor condusse noi a questo... forte». L'amore, in tutte le sue espressioni, sarà raccontato da 50 attori nelle vesti degli amanti più famosi di tutti i tempi. Un viaggio per rivivere le vicende di Romeo e Giulietta, Paolo e Francesca, Tristano e Isotta. Un collage di opere famose che è stato realizzato dalla compagnia «Gli amici di Jachi» appositamente per questo evento. Tutto il mondo del teatro sarà chiamato a leggere a suo modo il complicato mondo dei sentimenti: dalla prosa alla danza, passando dal canto e le arti figurative.
Una curiosità: alcune scene dello spettacolo saranno illuminate unicamente dalla luce dei fuochi che verranno appositamente accesi.
Non poteva mancare un po' di cabaret. Ed ecco la serata «Per soli uomini... ma non solo» animata da Rino Mario Giannini della scuderia di Zelig, il 20 luglio alle 21.
Dal 21 al 23 luglio la compagnia del Teatro della Conchiglia porta allo Sperone «La notte dei demoni e degli dei», spettacolo itinerante nel mondo dei miti greci. Nel labirinto del forte verranno realizzate postazioni fisse legate alle più famose tragedie greche.
La manifestazione non poteva che chiudersi con un classico: il 24 e il 25 luglio sarà il «Sogno di una notte di mezza estate», presentato dalla compagnia della Pozzanghera, a illuminare la notte al Forte.
«Sarà un'occasione per vivere una parte della nostra città, le alture, che troppo spesso dimentichiamo - commenta Giovanna Vitagliano -. Ci auguriamo che presto anche gli altri forti possano essere protagonisti di manifestazioni analoghe».
Da non dimenticare, poi, le iniziative collaterali. Sabato 22, dopo lo spettacolo, gli esperti dell'osservatorio astronomico del Righi saranno a disposizione degli spettatori per accompagnarli in un «viaggio stellare» alla scoperta dei miti greci fra le costellazioni. Sarà invece il «Cielo di una notte di mezza estate» il protagonista dell'incontro che si svolgerà dopo lo spettacolo del 24 luglio.