I «colleghi» festeggiano Fabio Arata

da Orero

Un autentico plebiscito. Fabio Arata, sindaco uscente di uno dei più piccoli Comuni della Provincia di Genova, è stato rieletto alla grande, ottenendo oltre il 60% delle preferenze dei votanti.
La lista del vincitore, di ispirazione centrodestra e chiamata «Orero futuro», è stata premiata con 251 suffragi, staccando nettamente Walter Antonio Arata (85 voti, «Impegno per Orero») e Francesco Sternativo (77 voti, «Orero per tutti»).
Lunedì sera a festeggiarlo, nel giardino di casa proprio all’ingresso del paese fontanino, tra pasticcini e bottiglie di champagne, tantissimi amici; tra gli altri l’onorevole Gabriella Mondello di Forza Italia, arrivata appositamente da Roma («Non potevo mancare...» ha detto congratulandosi con Arata), i sindaci Raffaella Bacigalupo (Tribogna) e Giuseppe Tassi (Avegno), Giovanni Boitano (responsabile provinciale di Forza Italia) e Gian Arata (presidente della Comunità Montana).
«Un successo - ha detto Fabio Arata - che premia il lavoro fatto in questi 4 anni. Un grazie alla mia famiglia, a mia moglie, che ha condiviso la mia fatica. Da domani sarò già al mio posto, per proseguire il lavoro per il nostro Comune».
Tra le priorità, la tutela del territorio, la viabilità e la spinta al mondo dell’agricoltura.
Dopo questa tornata elettorale, il nuovo consiglio comunale di Orero vede 8 seggi assegnati alla lista vincente, e due ognuno alle liste sconfitte. Quindi, per «Orero futuro» entrano in Comune Arata Angelo, Arata Maurizio, Conzatti Marco, Demartini Nildo, Lenzi Marina, Panesi Pierluigi, Soracco Mariano e Vespa Antonio. A rappresentare «Impegno per Orero» Antonio Valter Arata e Giancarlo Cuneo, mentre per «Orero per tutti» i fratelli Fracesco ed Antimo Sternativo.