I commercialisti: «Una exit strategy per cancellare Irap»

È necessario definire una «exit strategy» per cancellare nel giro di qualche anno definitivamente l’Irap sostituendola con altre imposte più giuste. La riduzione deve essere graduale considerato il gettito di 30 miliardi, di cui il 40% destinato alla spesa sanitaria. Lo ha affermato il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, Claudio Siciliotti, nel corso del suo intervento alla seconda assemblea della categoria. «Si può ragionare - ha detto Siciliotti - sull’eventualità di rendere da subito deducibili dalla base imponibile, il costo del lavoro e gli interessi passivi, con riferimento a tutti i contribuenti che pagano l’imposta: non solo le imprese, ma anche i liberi professionisti».