I commercianti del centro storico: «Ztl notturna sospesa in inverno»

Vertice in I Municipio per discutere i correttivi al provvedimento

Valeria Arnaldi

Vertice sulla Ztl notturna in centro, ieri, nella sede del I Municipio. Il presidente Giuseppe Lobefaro ha incontrato i rappresentanti del Comitato commercianti centro storico per discutere eventuali correzioni al provvedimento capitolino. Il progetto, presentato nei giorni scorsi dal Comitato, è stato ridimensionato e diviso in tre diversi capitoli da proporre ad altrettanti destinatari. Al sindaco Walter Veltroni il comitato chiederà la soppressione della Ztl notturna invernale, da novembre alla fine di marzo, salvo, poi ridiscuterne l’adozione con l’arrivo dell’estate. «Se non totale - spiega Andrea Miele, portavoce del Comitato - chiediamo, almeno, la sospensione parziale del provvedimento: Ztl aperta il venerdì o, perlomeno, un fine settimana al mese, in occasione del quale, organizzeremo una sorta di mini-notte bianca, con eventi di vario tipo». All’esame del Comune, anche la proposta - che sembra, peraltro, trovare il consenso dei residenti - di allungare l’orario di somministrazione degli alcolici all’interno dei locali dalle 2 alle 3 del mattino. Il presidente Lobefaro, nei prossimi giorni, presenterà personalmente alcuni punti del piano dei commercianti all’assessore capitolino alla Mobilità, Mauro Calamante. «In particolare - dichiara il mini-sindaco - caldeggeremo la stipula di convenzioni con i parcheggi vicini al centro, che, spesso, proprio nel fine settimana, rimangono vuoti. Sul provvedimento, in linea generale, non si può tornare indietro, ma siamo disponibili a valutare richieste e proposte per migliorarlo». Parcheggi ma non solo. I commercianti stipuleranno accordi anche in materia di trasporti, per la realizzazione di cinque servizi navetta, che collegheranno i parcheggi al centro: dal Gianicolo a largo di Torre Argentina, da Trastevere a largo Arenula sfruttando il percorso del tram 8, dal Circo Massimo a piazza Venezia, da piazza Venezia a piazza del Popolo, e da quest’ultima al parcheggio di Villa Borghese. Ogni minibus potrà trasportare 15 persone. Comune, municipio, commercianti e residenti dovrebbero, inoltre, diventare partner nella creazione di eventi culturali, mirati ad attirare in centro un pubblico di qualità, «risolvendo così, almeno in parte - dice Miele - il problema degli ospiti indesiderati, quanti, cioè, vengono in centro, solo per creare disagi». Entro un mese, il municipio valuterà un calendario di appuntamenti proposto dai commercianti e sceglierà le piazze destinate a ospitarli. Il primo, che dovrebbe prevedere l’installazione di ludoteche con giochi adatti a tutte le età per far divertire bambini e genitori, dovrebbe essere realizzato già nei primi giorni di dicembre. Pressoché certo il «teatro» di piazza Campo de’ Fiori. Oggi stesso i commercianti presenteranno in Campidoglio una formale richiesta di incontro con Veltroni per dibattere i punti del piano.