I compagni di scuola in piazza: «Fuori i mostri da Niscemi»

Sono scesi per le strade, per manifestare il loro sdegno e urlare: «Fuori i mostri da Niscemi». È la rabbia a prevalere fra i compagni di scuola di Lorena, gli studenti dell’Istituto tecnico commerciale ma anche i coetanei del liceo «Leonardo da Vinci», che ieri hanno voluto solidarizzare con la famiglia. «Lorena, hai pagato con la vita per la tua ingenuità», si leggeva su alcuni degli striscioni. I ragazzi hanno stampato un’edizione straordinaria di «Cyrano», il giornalino della scuola. E scrivono: «Ci rifiutiamo di abbassare lo sguardo e non siamo più disposti a scendere a compromessi in una realtà che calpesta i nostri diritti e che ci priva della libertà di essere le colonne portanti della nuova società».