I complimenti di Preziosi a Rubinho

Primi alla sosta natalizia? Per Gasperini è un pensiero: «Sì, stupendo». D’altronde dopo tre vittorie di fila che cancellano il novembre nero, al Genoa l’ambiente è su di giri: «Col Bari giocheremo con grande entusiasmo. Siamo euforici anche se sapevamo di arrivare a gennaio per completarci». Ed anche il presidente rossoblù è felice dopo il successo di Trieste: «Abbiamo giocato in modo intelligente. Speriamo di chiudere bene col Bari».
Ma Enrico Preziosi è gradevolmente stupito anche dalla prestazione di Rubinho: «Avete visto come ha parato? È stato davvero bravo». Ed in effetti è davvero la giornata del brasiliano. Una scommessa di Alessandro Gaucci che l’ha portato qui in estate e che era una specie di oggetto misterioso. Una presenza diventata quasi scomoda dopo quell’uscita assurda in Coppa Italia con l’Empoli che di fatto ha compromesso del tutto il sogno della qualificazione per la squadra di Gasperini. Eppure l’allenatore il giorno dopo la gara con la Triestina ha parole importanti per il riservato Rubinho che sembra tutto fuorché un carioca: «Ho sempre avuto grande considerazione in questo ragazzo che si è proposto umanamente subito molto bene. Lui non è stato fortunato perché prima non arrivava il transfer e poi si fece male col Modena. Col Bari sarà lui il titolare poi valuteremo se sarà necessario cercare un altro portiere». Gasperini esalta lo spogliatoio: «L’abbraccio tra Rubinho e Barasso a fine partita ha testimoniato quanto la squadra sia unita. Quel gesto è stato un valore aggiunto a tutto il gruppo».
Il tecnico rossoblù chiede ancora uno sforzo ai suoi giocatori e invece al contorno di essere più indulgenti: «I giocatori vanno criticati, non stroncati» sussurra il Gaspe che ha il volto buono di chi cerca un ultimo scatto prima del riposo: «Essere a questo punto della stagione con Juventus, Napoli e Bologna è importante perché noi siamo partiti da zero. La nostra è una squadra rifondata. Ora a nel prossimo mercato vedremo di rimpolpare il gruppo». In vista della sfida di domani sera col Bari, Gasperini ritrova Rossi e probabilmente anche Longo, mentre perde Botta e Stellini che ha beccato due giornate di squalifica per l’espulsione, molto frettolosa, decisa dall’arbitro Ayroldi a Trieste. Un rosso diretto per veniale spintone con «manata» sul volto di Graffiedi che è costatata cara al difensore rossoblù che peraltro è stato uno dei migliori in campo dando sicurezza a tutta una squadra che ha dimostrato cinismo e sostanza tanto da far dire a Preziosi: «Avanti così». Una giornata di squalifica a Fusco dello Spezia.