I compratori soddisfatti

«Roma diventerà uno dei dieci festival più importanti in breve tempo», così Jonathan Wolf, direttore dell'American Film Market. E a chiusura della tre giorni di Business Street erano tutti contenti, compratori e venditori (230 gli stranieri, sei i sellers italiani, oltre 100 le proiezioni) e promettevano, «torneremo l'anno prossimo». Qualcuno aggiungendo «se non cambiate le date. Ottobre è perfetto, un mese dopo il Toronto Industry e a pochi giorni dal Mipcom di Cannes».