«Per i Comuni siamo le nuove galline dalle uova d’oro»

Avvocato Leonardo Sasso, lei è il presidente del Comitato automobilisti tartassati. Diciotto multe al minuto non le sembrano un po’ troppe?
«È un’enormità. La verità è che noi automobilisti siamo diventati per i Comuni le nuove galline dalle uova d’oro».
In che senso?
«Grazie a quanto incassano con le contravvenzioni, le amministrazioni “fanno cassa” e ripianano i debiti di bilancio».
Come è diventato il presidente degli automobilisti tartassati?
«L’idea mi venne in mente dopo aver ricevuto una multa per eccesso di velocità».
Ingiusta, ovviamente.
«Andavano a 50 all’ora su una strada di campagna. I vigili, con l’autovelox, si erano nascosti dietro l’unica casa nel raggio di molti chilometri».
Praticamente un agguato...
«Feci ricorso e la multa fu annullata».
Ma alla maggior parte degli automobilisti ve decisamente peggio.
«È così. In tanti, ogni giorno, subiscono degli autentici furti a causa di un codice della strada ormai superato e, spesso, per un’ottusa applicazione delle norme».
Quanti tartassati rappresenta attualmente?
«Consideri che vivo a Modena e, solo qui, gli aderenti al Comitato sono 3mila. Non a caso la nostra provincia è tra le più tartassate d’Italia».