I comunisti che bruciano

«Ai Centri di permanenza temporanea per immigrati bisognerebbe dare fuoco». Parole caute e moderate pronunciate ieri da Manuela Palermi, presidente dei senatori Verdi-Pdci. Che fanno il paio con l’istinto da kamikaze del segretario dei Comunisti italiani, Oliviero Diliberto («Sono pronto a farmi esplodere dentro il Billionaire, il locale di Flavio Briatore»). Una volta il Pci infiammava le piazze, adesso preferisce bruciare edifici. O tempora, o mores.