I CONFINI DELLA SCIENZA

Creare bebè su misura sarebbe un’«operazione scorretta e lesiva della dignità della prole». Così il presidente emerito della Pontificia accademia per la vita, Elio Sgreccia, ha commentato la promessa del Fertility Institute di Los Angeles. Intervenendo a Radio Vaticana, Sgreccia ha affermato che «non è la prima volta che escono di questi annunci e che si scrivono per attirare clientela. In ogni caso si tratta eticamente di una operazione scorretta e lesiva della dignità della prole, perché intende manipolare il corpo, dominarlo e farlo uscire secondo i propri gusti». Sgreccia ha ribadito la condanna di ogni manipolazione genetica: «Poteva sembrare una tendenza propria della sete di dominio dell’assolutismo politico. Purtroppo questo istinto dominatore sta negli uomini; se non viene frenato dalla morale e dalle leggi, può essere favorito da coloro che hanno soldi, interessi o capricci per giocarsi la vita degli altri».