I consumatori: basta rinvii sulle norme Ue

Adusbef e Federconsumatori chiedono che la direttiva europea Mifid sull’intermediazione finanziaria venga applicata anche in Italia subito. Il sistema Mifid rafforza la tutela degli investitori rispetto agli operatori, per i quali definisce regole di condotta e disciplina il conflitto di interessi. Le due associazioni dei consumatori, si legge in una nota, «riterrebbero scandalosa un’ulteriore proroga della Mifid, dopo i dieci mesi già accordati a un sistema bancario ostile a utenti e risparmiatori, non aduso ad applicare le leggi, come il decreto Bersani su mutui e tassi». Il sospetto di un’ulteriore proroga all’entrata in vigore della Mifid, prevista per il primo novembre, sottolineano Adusbef e Federconsumatori, «deriva da qualche vistoso ritardo in merito a una serie nutrita di regolamenti attuativi previsti dal decreto approvato dal Consiglio dei ministri il 30 agosto scorso». Adusbef e Federconsumatori, quindi, rifiutano «l’ipotesi che il governo possa piegare gli interessi di risparmiatori e consumatori ai desiderata delle banche» e annunciano «una forte vigilanza su ulteriori rincari dei servizi bancari e finanziari addossati agli utenti».