«I controlli c’erano» Ghisa pronti alla contro-querela

Dopo gli attacchi del presidente di GeFi Spa Antonio Intiglietta, che aveva accusato il comandante dei vigili urbani Antonio Chirivì di non aver fatto nulla per sgomberare gli ambulanti abusivi davanti ai padiglioni milanesi nei giorni dell’«Artigiano in Fiera», annunciando di aver depositato un esposto in Procura, arriva la replica della Polizia locale.
In una nota, infatti, il comandante Chirivì ha ricordato le cifre dell’attività di prevenzione e repressione svolta dai ghisa nel corso degli ultimi anni. In particolare, fa sapere che durante i dieci giorni della fiera dell’Arigianato, la Polizia locale, attraverso il comando zona Sempione, la sezione Polizia annonaria e commerciale, «ha disimpegnato giornalmente dei servizi specifici, impiegando complessivamente 195 agenti e sanzionando 205 infrazioni rilevate a carico di venditori ambulanti, per stazionamento agli ingressi della Fiera superiore alle due ore consentite dalla licenza». Inoltre, «nel corso di tali servizi sono stati anche effettuati 41 sequestri di merce».
Chirivì, poi, rilancia. «Il signor Intiglietta, che accusa la Polizia municipale di mancato adempimento del dovere, adombrando financo della connivenza, dovrà dimostrare la fondatezza delle sue accuse, perché interesseremo in merito l’autorità giudiziaria, presentando anche, nel caso, una querela a nome e per conto della Polizia Municipale».