I corti di Giulio Questi allo Gnomo All’Oberdan retrospettiva di Boyle

Prosegue, allo Gnomo, la rassegna dedicata al «Cinema che non avete mai visto». Il 24, ad esempio, sono in programma i Corti di Giulio Questi, considerato un maestro del cinema di genere più folle, mentre il 25 aprile spazio agli anime giapponesi con due appuntamenti: alle 18, ecco «Robot Carnival» con nove episodi surreali, seguito, alle 21, da «La ragazza che saltava nel tempo». Lo stesso giorno, i cinefili notturni potranno gustarsi, sempre nell’ambito della rassegna, «A dirty shame», di John Waters, il regista di Hairspray – Grasso è bello. Il giorno successivo, gli amanti del cinema orientale potranno spaziare tra le due pellicole indiane «Black», di Sanjay Leela Bhansali, e «Asoka», di Santosh Sivan. Il 24, allo Spazio Oberdan, parte la retrospettiva dedicata al talentuoso Danny Boyle; questa settimana potrete rivedere delle perle come «Piccoli omicidi tra amici» (il 24), «Millions» e «Trainspotting» (il 25), «Sunshine» e «28 giorni dopo» (il 26).