I Cosi: «Ci ispiriamo a Paoli versione rock»

Come quando vuoi trovare il nome che «spacca», perché sai che è importante, ma non ti viene. E alla fine ti arrendi, e nella resa lo azzecchi. Si chiamano i «Cosi», e sono una delle rock band milanesi emergenti più in vista del momento. Un trio che a guardarlo ricorda quasi i Beatles della tv in bianco e nero, capelli corti e viso pulito. E un album, che esce oggi, con un titolo che ha avuto il sapore, per loro, di un buon auspicio: «Accadrà». A battezzarli con questo nome è stato Morgan, ex Bluvertigo, che li scoprì alle Scimmie qualche anno fa (Marco Carusino, voce e chitarra, è diventato il suo chitarrista). «Il nome ci è piaciuto subito - racconta Marco -, richiama i gruppi degli anni ’60, e poi è un nome che ti ricordi quando te lo dimentichi». La loro musica ha il sapore della canzone d’amore italiana, con testi romantici e melodie che si fanno ascoltare. «Ci ispiriamo a Tenco, Gino Paoli, Adamo, Paul Anka ma sempre con un’impronta rock».
I Cosi
Tambourine via Tenca 16
Seregno
stasera ore 22
ingresso gratuito con tessera Arci