I costruttori: «E adesso mettiamoci al lavoro»

Nel giorno del suo insediamento, Gianni Alemanno ha ricevuto una lettera ricca di congratulazioni ma anche di stimoli da Giancarlo Cremonesi, presidente dell’Acer, l’associazione dei costruttori romani. «Si torna al lavoro - scrive Cremonesi - per proseguire i progetti iniziati, molto è stato fatto, ma occorre adesso dare un’accelerazione a quanto è già in cantiere. Ci sono diversi programmi e obiettivi che da troppo tempo attendono la realizzazione quali ad esempio l’emergenza abitativa, la cura del ferro, la riqualificazione e il recupero delle periferie. In occasione della campagna elettorale molti temi per noi importanti per lo sviluppo della città erano stati condivisi nei programmi di entrambi gli schieramenti politici, il nostro augurio è che si proceda tutti insieme a costruire il futuro della città superando le barriere ideologiche e partitiche». Cremonesi torna poi sull’immediato passato. «In un momento difficile, non solo per il nostro paese - scrive - Roma ha dimostrato che un modello di governo basato sul dialogo e sul coinvolgimento dei cittadini, delle istituzioni, delle associazioni e di tutti i soggetti attivi nel territorio può consentire di conciliare crescita economica e sviluppo occupazionale. Per la crescita e la modernizzazione di Roma anche la nostra classe imprenditoriale ha dato il suo contributo e ora, per i prossimi anni, vogliamo continuare su questa strada in un confronto e un dibattito aperto con tutta la classe politica. L’emergenza abitativa ormai investe una larga fascia di famiglie: noi siamo disponibili a collaborare per studiare nuove formule di intervento, e già lo abbiamo dimostrato intervenendo in massa ai programmi di affitti a canone agevolato e concordato. Il problema maggiore, è inutile negarlo, riguarda ancora una volta il reperimento di aree a basso costo. Roma ha bisogno di una legge speciale o di fondi ad hoc per proseguire la sua strada e mantenere il suo standard di capitale del Mediterraneo». I costruttori romani hanno rivolto un augurio di buon lavoro anche al nuovo Presidente della provincia di Roma Nicola Zingaretti, con il quale si augurano di avviare «un dialogo costruttivo e aperto in materia di sviluppo e adeguamento della viabilità provinciale e della messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici».