I costruttori «Siamo tranquilli e abbiamo fiducia nell’operato dei magistrati»

«La Società dell’Acqua Pia Antica Marcia, prendendo atto dell’iniziativa giudiziaria della Procura, sostiene in modo assoluto la totale correttezza procedurale ed amministrativa usata nell’operazione di bonifica e messa in sicurezza dell’iniziativa Calchi Taeggi a Milano, in corso di esecuzione a cura della Arcadis Set-1 Emme, leader mondiale nel settore bonifiche». È quanto si legge in una nota in relazione al sequestro d’urgenza disposto dalla procura del capoluogo lombardo di una vasta area nella zona del quartiere Bisceglie. «La Società - prosegue il comunicato - manifesta inoltre totale fiducia nella operatività degli inquirenti, certa che emergerà la prova della totale estraneità da qualsiasi condotta difforme dalle prescrizioni di legge. Acqua Marcia auspica, infine, che l’indagine si svolga nei tempi più rapidi possibili, al fine di evitare che qualsiasi ombra possa oscurare la chiarezza e la positività dell’operazione stessa». Ad Acqua Marcia e alla società Torri Parchi Bisceglie, nel 2009 il Comune aveva dato il via libera a operare su quei terreni. La Procura, però, contesta l’autorizzazione alla realizzazione di «un sistema di sbarramento per cercare di bloccare gli inquinanti nel loro percorso verso valle» in un’area che ospitava una discarica di rifiuti industriali. Un sistema ritenuto insufficiente dagli esperti, perché «non rimuove gli inquinanti che ne hanno determinato la contaminazione».