Dopo i cowboy gay il western si riscatta

LE TRE SEPOLTURE. Dopo i cowboy gay il western torna finalmente alla sua vera natura. Dove i rapporti tra uomini sono rigorosamente virili. Il superduro Tommy Lee Jones al debutto nella regia dirige se stesso in un film malinconico e dal ritmo sincopato. Dove si narra il lungo viaggio di un ranchero per seppellire laggiù nel Messico l’amico ucciso in un incidente da una guardia di confine. Niente di eccezionale, ma la prateria trova il riscatto cinematografico.