I curdi: attacchi a turisti europei

Un gruppo armato di ribelli curdi responsabile di vari attentati in Turchia ha minacciato di attaccare obiettivi turistici nel Paese e ha consigliato ai turisti, «in particolare europei», di evitare di andarci. Il gruppo Falchi della libertà del Kurdistan (TaK) riferisce dell’arresto il mese scorso di 15 curdi in Francia e Belgio e accusa i Paesi europei di prendersela con i curdi per salvaguardare i loro interessi economici in Turchia. «Il rifiuto della Turchia di rinunciare alla sua politica di distruzione dei curdi e la partecipazione dei Paesi europei a questa politica comporterà che turisti e strutture turistiche in Turchia vengano presi di mira».