I dati sui consumi Findomestic: per tv e decoder crescita del 29%

Tv e decoder trainano gli acquisti di beni durevoli nel 2010, favoriti dal progressivo passaggio al digitale terrestre, mentre con la crisi economica si diffondono le nuove iniziative di consumo come i gruppi d’acquisto solidali (Gas) e le banche del tempo. Sono i risultati principali dell’osservatorio annuale di Findomestic Banca, secondo cui quest’anno «la spesa per beni durevoli è stata trainata dal comparto dedicato alla casa e in particolare dai settori a più forte innovazione, come l’elettronica di consumo (tv e decoder segnano +29% nei primi nove mesi dell’anno), la fotografia e gli elettrodomestici bianchi (+4%)». Cresce anche la diffusione del fotovoltaico - sottolinea Findomestic - e la stima di chiusura per il 2010 è di una produzione di 1.414 Gigawattora, in aumento del 110% rispetto al 2009. Le difficoltà economiche favoriscono poi «l’emergere di nuove forme e iniziative di consumo come la banca del tempo, il car pooling e i Gas». Per Natale poi si prevedono «regali solo per le persone più care».