I delegati Bie alla Triennale per la mostra sulle esposizioni, poi tutti a sentir la Filarmonica

Prima il dovere e poi il piacere. Dopo sette ore di tavole rotonde e incontri bilaterali al Museo della scienza e tecnologia, i 180 membri del Bie hanno chiuso con la prima giornata di Forum «Milano Expo 2015» per passare a una fase più «rilassante» del soggiorno milanese. Nel tardo pomeriggio, il taglio del nastro alla mostra su «Expo x Expos», organizzata dal Bureau: immagini, fotografie, manifesti e filmati delle esposizioni universali degli ultimi due secoli. A seguire, il concerto della Filarmonica alla Scala e una cena «light» in Sala Alessi a Palazzo Marino. In cucina, gli chef «stellati». Sul buffet: per iniziare gnocchetti di castagna al pesto e risotto alla milanese, per finire Emmenthal al cioccolato amaro, caprini erborinati e gorgonzola con gambi di sedano, noci, miele e marmellate. Dolce a scelta tra sacher alla crema cotta, strudel o torta di ricotta.
Oggi si chiude il Forum, a cui partecipano anche 9 ministri degli Esteri (che ieri hanno pranzato a Palazzo Diotti con il prefetto, il sindaco Moratti e il ministro Massimo D’Alema). Il clou sarà la tavola rotonda tra i sindaci coinvolti nell’Expo e che si sono riuniti in un network: oltre a Letizia Moratti, al primo cittadino di Torino Sergio Chiamparino e quello di Monza, Pavia, Piacenza e Varese. Interventi del leader del Pd Walter Veltroni e dell’ex ministro di Fi Giulio Tremonti. La chiusura è affidata ai rappresentanti delle istituzioni locali - Moratti, Roberto Formigoni e Filippo Penati -, al vicepremier Francesco Rutelli, al sottosegretario Bobo Craxi, al segretario generale del Bie Vicente Loscertales e al presidente Jean Pierre Lafon. Prima di ripartire per Parigi, i delegati visiteranno la Fiera di Rho. Ultime chance per convincere i delegati: poi non resta che sperare nel voto del 31 marzo.