I deputati leghisti guardano sul web il Giro d’Italia

Eh sì non deve essere stata proprio una seduta interessantissima, quella di ieri alla Camera, dove si discuteva della legge comunitaria, poi in realtà aggiornata ad oggi. E allora non potendosi muovere dal proprio seggio per l’obbligo di votare, ma neanche potendo ascoltare soltanto il dibattito in aula, molti deputati leghisti hanno optato per il Giro d’Italia che tra nordisti doc ha sempre il suo fascino. E così durante la seduta grazie a un personal computer portatile collegato al wi-fi dell’Emiciclo, alcuni onorevoli leghisti hanno potuto seguire su Internet i ciclisti impegnati nella tappa di ieri con l’obbligo di contenere tifo ed emozioni. Le gesta dei ciclisti, l’arrivo solitario di Di Luca in mini fuga hanno allietato un pomeriggio che non dava molti altri motivi di risultare appassionante. E così, un occhio al portale e un altro all’Emiciclo i leghisti ingannavano il tempo a contare i secondi alla maglia rosa.