I dieci anni firmati Pericu

«Raccontare dieci anni di governo di Genova in un libro non è tanto un moto di orgoglio personale, quanto un doveroso ringraziamento a tutte le persone, e non mi riferisco solo alla classe politica che si sono impegnate a fornire un servizio alla città» Così il sindaco Giuseppe Pericu ha presentato «Genova 1997- 2007», la pubblicazione in due volumi che traccia un bilancio di un decennio di attività. Una riflessione e un primo commiato - anche se, ha sottolineato il sindaco, ci sono ancora due mesi di lavoro - «che vogliono testimoniare il senso di servizio che anima la stragrande maggioranza delle persone che lavorano in Comune e che, contrariamente a quanto predica il qualunquismo, si adoperano per mandare avanti la macchina comunale». Un libro che racconta una città in trasformazione e che Pericu definisce ironicamente «pericoloso», perchè fotografa quanto realizzato e quanto, invece, rimane da fare. «La città è ancora in una fase di cambiamento - ha sottolineato -: oggi può sedersi al tavolo da gioco insieme ad altre città europee dele stesse dimensioni, ma non ha vinto la partita. Ci sono progetti quali waterfront, Erzelli e Cornigliano che, se realizzati possono determinare il salto di qualità». Portando, fra l'altro, la tanto attesa ripresa demografica: «Questi progetti possono incrementare la popolazione di 50-100 mila unità. Ma queste sono sfide che lascio ai miei successori».