I dipietristi siculi si sentono «isolati» e troppo di sinistra

È inarrestabile la deflagrazione dell’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro in periferia. Ora tocca alla Sicilia, dove il presidente del circolo di Trapani-Erice, Giannantonio Giuffré, ha indirizzato una lettera al suo leader nazionale e al portavoce dell'Idv, Leoluca Orlando, per comunicare la sua autosospensione dal partito del Gabbiano. Motivo? L’Idv si sta radicalizzando. Secondo Giuffré, infatti, «il partito, a Trapani, ma forse anche a livello nazionale, è in buona parte composto da tesserati estremisti che hanno portato l’Idv più a sinistra di “Sinistra e Libertà”...». Il destino dei dipietristi parrebbe dunque segnato: «Sono stanco della situazione politica che si sta venendo a creare ad Erice ma non solo – sentenzia infatti l’ex Idv - così siamo destinati all’isolamento». E anche a numeri da prefisso telefonico.