I diseredati

Siete morti che camminano, i vostri voltafaccia di contingenza non ci toccano più da anni, i vostri revisionismi a sfondo congressuale sono cose vostre, penurie vostre, referenzialità vostre, la Storia e persino la media intelligenza vi hanno superato irrimediabilmente, ad Hammamet siete sepolti in realtà voi, ma da vivi, voi che avete linciato Craxi per lo stesso piccolo cabotaggio per cui ora vorreste riabilitarlo, metterlo magari nel vostro pantheon di morti veri. Berlinguer alla fine non aveva ragione su niente, non una cosa: vivono invece il mercato e le imprese, il referendum sulla scala mobile, gli Usa anziché i sovietici, Sigonella, i missili per difenderci, la trattativa su Moro, l'autonomismo, e se non vi dispiace vive persino la memoria di chi ricorda la faccia di chi tirava monetine contro il mostro, quello che vi aveva appena accolti nell'Internazionale socialista. Ora straparla di Craxi chi pure lo tradì orrendamente, gli si finge ex fedele chi pure Craxi dipinse come traditore ed extraterrestre. Ma che volete riabilitare, ma che cosa, ma chi. Siete fuori da ogni eredità, siete morti che camminano, chiamatela come volete la vostra tomba, Matteo, Giuseppe, Partito democratico. Che ci importa.