Con i dividendi torna la volatilità

Il mercato dà segni di vivacità e così ritorna la volatilità attesa. Il future archivia la prima chiusura di fine settimana in regressione dopo 6 settimane consecutive di rialzo. Fallito l’attacco alla resistenza 43350, il Fib ha sviluppato la sua direzionalità, rompendo il supporto a 42865 con un minimo a 42330. L’incontro con la media dei prezzi a 50 giorni ha interrotto il movimento correttivo, attestandosi in chiusura a quota 42895. L’aspettativa sull’evoluzione futura è positiva contro il vecchio adagio di Borsa sell in may and go away. Ottima trimestrale Enel che supera ogni aspettativa e così anche per Generali che tocca un nuovo massimo dell’anno. Molto positivi sono stati anche i risultati di Telecinco controllata da Mediaset. Oltreoceano aumento del deficit della bilancia commerciale anche per l’incremento delle importazioni del greggio. La Fed rimane in allerta per l’eventuale rialzo dell’inflazione. Inalterato per ora il tasso del 5,25%. In Europa il tasso del 3,75% sarà ritoccato a giugno dello 0,25%, dopo l’accelerazione del 10,9 a marzo del M3 e degli aumenti salariali in Germania.