«Via i divieti per gli anziani»

Oggi «costretti ai box» per dodici ore al giorno, tra pochi mesi fuorilegge. Tempi duri per chi possiede un «Euro 0», i veicoli più vecchi e inquinanti. Da ottobre saranno vietati in Lombardia «tutti i veicoli pre-Euro 1», vale a dire quelli «quelli non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e successive» spiega la legge regionale sull’aria, approvata a novembre.
Si tratta dei modelli bloccati in questi giorni da Comune e Regione (i divieti riguardano però anche gli Euro 1 diesel) e «puniti» con blocchi via via più pressanti negli ultimi anni. La loro messa al bando, però, sarà graduale. «Terremo conto dell’anno di immatricolazione» racconta Enio Moretti, consigliere regionale della Lega e relatore della legge sull’aria.
Spesso, a possedere queste auto, sono famiglie che non hanno i soldi per sostituirle. «Il problema è reale, andranno messi a punto degli incentivi per i meno ricchi - continua Moretti - Qualche esempio? Esonerare dall’obbligo di cambiare macchina gli ultra settantenni. Oppure permettere a chi non ha i soldi per l’auto nuova di comprarla, magari con l’incentivo, di seconda mano (ad esempio un Euro 3, molto meno inquinante della vecchia vettura). Per ora si tratta di idee che preciseremo nel piano programmatico previsto dalla stessa legge».
I tempi per il provvedimento sono stretti: la discussione inizierà fra un mese, il testo andrà approvato entro giugno. Subito dopo scatteranno i divieti di circolazione. Si comincia con vecchi bus e motorini non catalizzati (da luglio), poi sarà la volta di auto diesel e benzina Euro 0. Dall’ottobre del 2008, dovranno sparire gli Euro 1 diesel.