I ds attaccano il centrodestra: «Una campagna d’odio»

La Quercia difende la scuola islamica di via Ventura. Lo fa con una nota stampa di Franco Mirabelli: «Quello di aprire una scuola è un diritto riconosciuto dalla Costituzione. È preoccupante constatare che si alimentano campagne d’odio e si getta benzina sul fuoco della guerra di civiltà». Riferimento del segretario Ds alla Lega che, martedì, aveva manifestato per reclamare il ripristino della legalità. Sul tema è intervenuto anche Marco Campione, responsabile della segreteria provinciale, che lancia un’accusa: il Comune si nasconde dietro «cavilli burocratici». Peccato che «i cavilli» in questione siano le norme edilizie previste dalla legge per tutte le scuole italiane e che, in via Ventura, non sono state rispettate.