I ds corteggiano Lega e Udc

Correre ai ripari perché i sondaggi sono ormai ai minimi termini: un italiano su due infatti dà un parere negativo sul governo. Così Piero Fassino dice no alla «staticità delle alleanze» e lancia i ds a caccia del dialogo con Lega e Udc. Fassino, chiudendo la Festa dell’Unità a Venezia, cita una futuribile Csu lombarda di Formigoni per costruire alleanze regionali «a uso e consumo» dell’Unione. Ma la sua mossa crea imbarazzo nella maggioranza: Palazzo Chigi ha fatto filtrare una nota gelida nella quale si rimanda «a dopo la finanziaria il tema della ristrutturazione del governo».