I dubbi dell’Antitrust su Alitalia-Volare

da Milano

L'acquisizione di Volare da parte di Alitalia «è suscettibile di essere vietata» in quanto «determina il rafforzamento della posizione dominante di Alitalia su tutte le rotte domestiche da e per Linate e sulla rotta Milano-Parigi, tale da eliminare o ridurre in maniera sostanziale e durevole la concorrenza». Queste le conclusioni - secondo quanto riferisce l’Ansa - delle risultanze preliminari dell'istruttoria sull'operazione avviata dall'Antitrust a fine maggio. Il fascicolo, predisposto dagli uffici tecnici, sarà all'esame del Garante della concorrenza e del mercato all'inizio di luglio: la decisione definitiva dell'Authority guidata da Antonio Catricala, è prevista per l'8 luglio. Con particolare riguardo alle rotte domestiche da e per Linate - si legge ancora nelle conclusione dell'istruttoria preliminare - la concentrazione di slot su Linate in capo ad Alitalia contribuisce a rafforzare ulteriormente la posizione di Alitalia, impedendo di fatto la possibilità di ingresso di altri vettori sulle rotte domestiche in partenza da Linate e limitando gli attuali spazi di concorrenza».
Anche British Airways e altre compagnia sono finite sotto indagine da parte delle Autorità antitrust inglese e americana per il prezzo dei biglietti e per le sovrattasse sul carburante. L'Ufficio del libero commercio e il Dipartimento di giustizia americano stanno infatti investigando su una presunta attività di cartello che coinvolge British Airways e altre compagnie aeree in relazione ai prezzi per il trasporto passeggeri, compresa la sovrattassa per il carburante.