I due amici di Guiebre indagati per furto

Sono indagati con l’accusa di concorso in furto aggravato dal numero delle persone i due amici di Abdoul Guiebre, il ragazzo rimasto ucciso nello scontro con Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio, titolari di un bar di via Zuretti. Ieri il pm Roberta Brera ha interrogato per alcune ore i due giovani, nuovamente sentiti per fornire ulteriori dettagli sulla dinamica dei fatti. Nel video in mano agli inquirenti, infatti, si vedono i tre che - avvicinati dai baristi, che impugnano due bastoni - decidono di fermarsi e affrontare i Cristofoli lanciando bottiglie e un’asta recuperata dalla spazzatura. Padre e figlio, su decisione del gup Micaela Curami, restano in carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi.