I due innamorati infelici in un mondo senza pietà

Il Leone d’argento che convinse tutti. Il coreano Kim Ki-duk ha buone idee in testa quante k nel nome e con esigui mezzi e ancor meno tempo a disposizione ha confezionato un piccolo gioiello come Ferro3. Un mese per scrivere la storia, 16 giorni per girarla, poco più di una settimana per montarla. A Venezia 2004 il regista portò una poesia di poche parole e calibrate immagini. E per una volta tutti - conformisti da cinema d'Oriente e prevenuti di tutt’altro segno - si trovarono d’accordo: trattasi di bel film. Non è difficile parteggiare per i giovani Tae-suk e Sun-hwa, innamorati platonici in un mondo abituato a urlare e a esercitare violenza. Lui distribuisce dépliant e, quando gli gira, s’intrufola in appartamenti disabitati, ci passa le notti, accende la tv. Poi, prima di andarsene, pulisce tutto. Lei è l’angariata consorte di un marito autoritario. Quando questo Romeo si intrufola nella casa della sua Giulietta, ne conosce il dramma e decide di non partire più: nascondendosi al marito, apparendo solo all’amata. Come? Vedere per credere. Il dvd offre audio coreano e italiano e sottotitoli italiani. Negli extra, trailer, note su regista e film, making of, intervista al regista.

FERRO3 - Dolmen Home Video - Euro 16