I fan attendono Khaled al Mazda

Dopo il re della musica tradizionale algerina ospiti sul palco anche Mau Mau e Derozer

Matthias A. Pfaender

Ventisei giorni di musica, cabaret, dibattiti e seminari di danze popolari di tutto il mondo. Anche quest’anno Rifo!, la festa di Liberazione, si appresta ad animare le notti dell’estate milanese. L’evento, giunto alla dodicesima edizione, prenderà il via il 22 giugno e terminerà il 17 luglio. «La festa - spiegano gli organizzatori - si svolgerà nell’area del MazdaPalace e si alternerà all’andamento dei mondiali di calcio. Nelle serate in cui si giocheranno le partite, il Mazda si trasformerà in “Palacucco”, con proiezione in diretta su maxi-schermo degli incontri, commentati dai cronisti di Radio Popolare.
Grandi nomi sul palco del Palace, che ospiterà i concerti più importanti. Inizio il 28 giungo con Khaled, il cantante algerino re indiscusso del räi, la musica tradizionale di Orano. È una musica che inneggia alla libertà, all’amicizia, all’amore e, soprattutto, alle donne, simbolo di ribellione e libertà per i giovani maghrebini. «Invitare un artista come Khaled - spiegano a Liberazione - è un modo per coinvolgere le comunità nordafricane di Milano, che solitamente disertano la nostra festa».
Il giorno dopo toccherà invece ai Mau Mau, formazione musicale di Torino, che porteranno sul palco del Mazda la loro allegra e trascinante patchanka di folk e pop acustico. I Mau Mau (termine che nel vernacolo torinese indica gli straccioni del Sud del mondo) definiscono la loro musica «rebel folk»; le contaminazioni nelle loro produzioni sono tantissime, e guardano sia alla tradizione popolare piemontese, sia alla più ampia cultura mediterranea, che traspare nei suoni grezzi e nell’uso della voce, dei cori e degli zoccoli ai piedi come percussioni.
Il 2 luglio salirà sul palco una vecchia conoscenza del pubblico italiano, l’inglese Sarah-Jane Morris, vincitrice nel 1991 del festival di Sanremo, in coppia con Riccardo Cocciante.
I lavori della Morris, che nel tempo hanno spaziato dal pop al blues e al jazz, sono stati spesso frutto della passione per alcuni grandi interpreti del passato come John Lennon, Leonard Cohen e Marvin Gaye. Gli amanti di suoni più ruvidi troveranno pane per i loro denti l’11 e il 12 luglio, quando andranno in scena rispettivamente i Linea 77, la più nota band di crossover in Italia ed i Derozer, storico gruppo del punk italiano.