I fan ricordano Freddie

Giornata interamente dedicata al leader dei Queen su Mtv Classic. Sabato grande concerto all'Alcatraz di Milano. In libreria quattro biografie sulla rockstar e la sua band

Una giornata dedicata su Mtv Classic e omaggi in tutta Italia, a partire dal grande concerto all'Alcatraz sabato 26 a Milano. Il 24 novembre di 20 anni fa moriva a Londra il leader del Queen Freddie Mercury, uno dei più grandi artisti del secolo scorso. Oltre che in Italia, in tutto il mondo si celebrerà questa data. Praticamente ovunque tranne che a Zanzibar, patria di Freddie, dove il grande front man dei Queen deve scontare anche da morto il fatto di essere stato gay e malato di Aids. Omaggi sì, ma mai ufficiali.
In Italia Mtv Classic (canale 705 di Sky) gli dedicherà l'intera giornata di giovedì 24, con una programmazione particolare ricca di ascolti live, speciali, documentari e tutti i video della sua indimenticabile band, premiata agli ultimi Mtv ema con il Global Icon Award per il quarantesimo anniversario della loro formazione, datata 1971.

Ad accompagnare il pubblico ci sarà Cesare Cremonini, che commenterà i videoclip rivelando curiosi aneddoti, raccontando le tappe fondamentali della carriera del gruppo.
Tra le tante iniziative con cui in Italia si ricorderà i grande talento di Mercury, spicca poi il concerto all'Alcatraz di Milano, uno spettacolo tutto dedicato ai Queen con un palco prestigioso. Accanto al gruppo Queenmania si esibiranno Tullio De Piscopo, Irene Fornaciari, il chitarrista di Vasco Rossi, Stef Burns, Roberto Tiranti, ex New Trolls, Fabio Lione dei Rhapsody Of Fire, GL Perotti degli Extrema e Luigi Schiavone, chitarrista e coautore di Enrico Ruggeri.

E in questi giorni usciranno in libreria ben quattro biografie della band e del suo leggendario front man, il cui vero nome era Farrokh Bulsarauna, nato a Stone Town il 5 settembre del '46. Il primo si intitola Biografia intima di Peter Freestone, assistente personale di Freddie per 12 anni, rimasto al suo fianco fino alla morte. Momenti di esaltazione e sconforto sono raccontati da chi ha visto da vicinissimo la più poliedrica star del rock, fino alla morte, annunciata un giorno prima da Mercury stesso con l'ammissione di essere ammalato di Aids ma che Fresstone attribuisce più all'abuso di droghe.

Il secondo libro è la riedizione della famosa biografia di Laura Jackson, in occasione del quarantennale dalla nascita dei Queen e si concentra in particolare sulle donne che hanno affiancato Mercury nella sua carriera.

Su tutta la band invece escono due volumi «Queen - la biografia ufficiale» di Jacky Gunn e Jim Jenkins, e «Queen - We will rock you», gia' pubblicato nel 2005, che contiene tutti i testi delle canzoni della rock band dal 1971 al 1991, con la traduzione italiana.