I «fashion acquarelli» di Joe Eula

New York Times, Vogue, Life Magazine, Cosmopolitan, ma anche Marilyn Monroe, Coco Chanel e Jacqueline Kennedy. Le mode, le star, la vita degli anni ’50, ’60 e ’70 sono passate nelle sue abili mani. Lui, il grafico, l’appassionato di moda, l’artista, colui che ha ideato il logo dello Studio 54, la storica discoteca newyorkese. Parliamo di Joe Eula, un nome che non dice molto ai meno appassionati di arte e cultura Pop. Al contrario, a tutti coloro che si occupano di grafica o di moda, questo personaggio evoca ambienti scintillanti di cultura glamour, in cui fascino e gusto fanno tutt’uno. Un personaggio partecipe alla scena pop che ha collaborato con grandi artisti tra cui anche Andy Wharol, conosciuto proprio allo Studio 54.
Ebbene questo artista eclettico nato nel 1925, oltre ad aver ritratto le sinuose forme delle attrici del suo tempo ed aver realizzato una preziosa collezione di porcellane per Tiffany, ha anche e soprattutto illustrato le più famose riviste di moda del tempo. Alcune delle sue opere, realizzate con la tecnica dell’acquerello, saranno esposte fino al 22 luglio, allo Spazio Crapapelada, in via Savona 12. Sessanta bozzetti firmati e pubblicati tra il 1980 e il 1990, che ritraggono sinuose figure di donna, dai volti suadenti e dagli abiti morbidi. Illustrazioni realizzate dall’artista per Cosmopolitan, Fashion Illustration, Bazar, dalle dimensioni variabili. Tutte le gouaches potranno essere osservate, ma anche acquistate, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20.