I figli e le "corna": il dibattito infiamma i lettori del Giornale

L’<strong><a href="/interni/caro_papa_smettila_fare_corna_mamma/18-12-2010/articolo-id=494950-page=0-comments=1">appello del giovane lettore </a></strong>del <em>Giornale</em> al genitore che tradisce la
madre e la risposta di Annamaria Bernardini de Pace hanno scatenato
numerose reazioni. <strong><a href="/interni/lettera/20-12-2010/articolo-id=494821-page=0-comments=1">Ecco alcune arrivate in
redazione
</a></strong>

Davide, giovane lettore, scrive al «Giornale» un appello al proprio padre, a metà tra lo sfogo e la preghiera: papà, da tre anni tradisci la mamma, smettila perché ci fai soffrire tutti e distruggi l’immagine che avevo di te. Annamaria Bernardini de Pace, esperta di diritto di famiglia e firma del «Giornale», risponde al ragazzo: caro Davide, i figli non possono immischiarsi nel rapporto di coppia, a rischio di divenire alibi o strumento di uno dei due genitori, inclusa la madre che, dopo tre anni, deve aver in parte accettato la cosa.

Un tema forte, una risposta di cuore e di ragione. Che hanno fatto scatenare le emozioni dei lettori. Nelle ultime ore sono arrivate in redazione diverse lettere che prendono a cuore l’argomento, criticano, insomma si schierano su una questione che evidentemente è molto sentita.

- Ecco alcuni dei messaggi che ci sono arrivati. Il dibattito è aperto