I fischi degli operai contro Cofferati

«Cofferati vai a casa». Fischi e grida contro il sindaco dalla piazza di Bologna dove ieri si è svolta la manifestazione dei metalmeccanici in sciopero per il rinnovo del contratto di lavoro. Al comizio, il leader della Fiom Gianni Rinaldini ha messo sotto accusa Cofferati: «Da lui, ex sindacalista, mi sarei aspettato una espressione di sostegno e solidarietà. Me lo sarei aspettato anche per il ruolo istituzionale che ricopre». Sceso dal palco, Rinaldini ha rincarato la dose mettendo sotto accusa le scelte del sindaco in tema di legalità: «Una discussione sulla legalità in quei termini mi pare assolutamente astratta e, per quanto mi riguarda, il sindacato è sempre stato nettamente contrario a qualsiasi forma di violenza e sopraffazione».