I fondi libici interessati all’ingresso

Impregilo è sotto i riflettori dei fondi sovrani libici. La Libia, secondo quanto risulta a Radiocor, ha aperto il dossier per un investimento nel general contractor italiano, che si aggiungerebbe a quelli in Unicredit e nell’Eni. In proposito Impregilo chiarisce che «al momento non ci sono contatti diretti». E aggiunge: «Impregilo vanta rapporti ottimi con la Libia». Nel marzo scorso Impregilo ha firmato in Libia tre contratti per progettazione e costruzione di tre poli universitari per un valore complessivo di 520 milioni di euro. Impregilo detiene il 60% della Impregilo Lidco, società costituita insieme alla Lybian Development Investment, che ha il compito di promuovere la realizzazione di importanti piani di sviluppo e modernizzazione del Paese.